Mobile Logo

EdR Euro Sustainable Credit Obbligazioni corporate

Obbligazioni corporate
Andamento del NAV (16/08/2017)
362,02 EUR
Alexis  FORET–FR0010172767–
Alexis FORET
Raphaël CHEMLA–FR0010172767–
Raphaël CHEMLA
L’identità dei gestori presentati in questo documento potrà variare nel corso della vita del prodotto.
Profilo di rischio e di rendimento (1)
1234567
Orizzonte d’investimento
> 2 anni
362,02 EUR
Andamento del NAV (16/08/2017)
3
1234567
Profilo di rischio e di rendimento
> 2 anni
Orizzonte d’investimento
Andamento del NAV (16/08/2017)
362,02 EUR
Profilo di rischio e di rendimento
1234567
Orizzonte d’investimento
> 2 anni
Alexis FORET  
Raphaël CHEMLA  
L’identità dei gestori presentati in questo documento potrà variare nel corso della vita del prodotto.
Contattaci

Obiettivo d'investimento

L'OICVM mira ad offrire un rendimento superiore a quello dell'indice di riferimento nell'orizzonte temporale d'investimento consigliato, tramite investimenti sui mercati obbligazionari societari, che cerchino di unire redditività finanziaria e adozione di una politica che mira a rispettare dei criteri di sviluppo sostenibile, a fronte di un rischio di perdita del capitale.

+ -

Commenti 30/06/2017

Mentre il clima per gli affari in Europa tocca nuovi record dal 2011, con un netto aumento dei settori più ciclici (edilizia e commercio al dettaglio), la fine di giugno è stata segnata dal cambio di tono della BCE. I tassi, specie nella zona euro, sono scesi molto, soprattutto in Germania e Francia. Mario Draghi ha lasciato intendere che la BCE sta valutando di porre progressivamente fine al Quantitative Easing. Ha parlato di forze reflazioniste che si starebbero sostituendo a quelle deflazioniste. I titoli di Stato europei (specie i "core") a giugno sono stati afflitti da una certa debolezza. Il rendimento dei Bund a 10 e 5 anni sono saliti rispettivamente da 0,30% a 0,46% e da -0,43% a -0,23%. A giugno gli spread corporate investment grade sono ancora scesi, attenuando in parte gli effetti della debolezza dei benchmark. La riduzione è stata generalizzata. Il mercato creditizio si è sollevato con i salvataggi bancari in Italia e Spagna. Ormai gli spread Investment Grade nella zona euro sono ai minimi da molti anni. In questo quadro, l'High Yield europeo è andato abbastanza bene. Nel mese, ha guadagnato lo 0,3%, grazie al comparto simple-B al +0,5%, mentre quello double-BB ha segnato un +0,2%. Continua invece la tendenza sul mercato primario. Ci sono stati non meno di € 12,5 miliardi di nuove emissioni a giugno, un massimo dopo aprile 2017 e settembre 2016. La prima parte del mese è stata segnata da molti eventi: il salvataggio di Banco Popular, il discorso della BCE, le elezioni britanniche e quelle legislative francesi. Ciò tuttavia non ha fatto aumentare la volatilità, ma anzi l'ottimismo, portando a un calo degli spread. Esso è continuato nella seconda metà del mese, malgrado le banche italiane Veneto e Vicenza e la volatilità del prezzo del petrolio. Giugno è stato caratterizzato dalla sovraperformance del settore assicurativo, con un calo degli spread di 31pb sulle irredimibili assicurative. I Coco in dollari e in euro registrano una forte performance, anche se l'indice Coco in euro è penalizzato dalle performance negative delle emissioni Banco Popular e dal contagio di altre emissioni periferiche. Banco Popular, il cui salvataggio è stato annunciato dal SRB il 7 giugno, è stata ceduta a Santander per 1 euro simbolico, dopo aver eroso il capitale azionario e gli AT1 e aver convertito i T2. C'è stata poi la messa in liquidazione delle banche italiane Banca Veneto e BP Vicenza secondo la legislazione italiana. Esse sono state separate in due distinte entità: una buona e una bad bank, la prima acquisita da Intesa per 1 euro simbolico.

+ -

Andamento del NAV

Grafico (16/08/2017)
Avertissement
Stai per scaricare dati numerici storici di un portafoglio. Ti rammentiamo che i risultati realizzati in passato non sono indice di risultati futuri e non sono costanti nel tempo. Tali dati possono infatti risentire dell’andamento dei tassi di cambio.


Rendimento C-EUR Complessivo Anualizzato
Da 01/01/2017

3,30%

1,82%

3,30%

1,82%

1 anno

3,29%

0,74%

3,29%

0,74%

3 anni

9,18%

8,64%

2,96%

2,79%

5 anni

21,19%

22,62%

3,92%

4,16%

Dalla creazione

374,94%

4,53%

Da 01/01/2017 1 anno 3 anni 5 anni Dalla creazione
Complessivo

Quota (C-EUR)

Indice di riferimento

3,30%

1,82%

3,29%

0,74%

9,18%

8,64%

21,19%

22,62%

374,94%

Anualizzato

Quota (C-EUR)

Indice di riferimento

3,29%

0,74%

2,96%

2,79%

3,92%

4,16%

4,53%

*Rolling periods

Rendimento annuale



Statistiche

VolatilitéTracking ErrorCoefficiente di correlazioneInformation ratioIndice di Sharpe
Quota C-EURIndice di riferimentoQuota C-EURIndice di riferimentoQuota C-EURIndice di riferimentoQuota C-EURIndice di riferimentoQuota C-EURIndice di riferimento
1 anno*2,17%2,29%1,19%0,86%2,54%0,34%
3 anni*3,30%2,88%1,36%0,91%0,07%1,05%
Drawdown massimoAlfaBeta
Quota C-EURIndice di riferimentoQuota C-EURIndice di riferimentoQuota C-EURIndice di riferimento
1 anno*-1,94%0,06%0,82%
3 anni*-4,89%1,04%
Guadagno mensile massimo Dalla creazione10,43%
Perdita mensile massima Dalla creazione-16,90%
Quota C-EUR
Indice di riferimento
1 anno* 3 anni* 1 anno* 3 anni*
Volatilité 2,17% 3,30% 2,29% 2,88%
Tracking Error 1,19% 1,36%
Indice di Sharpe 0,34% 1,05%
Alfa 0,06%
Coefficiente di correlazione 0,86% 0,91%
Information ratio 2,54% 0,07%
Perdita mensile massima -16,90%
Guadagno mensile massimo 10,43%
Drawdown massimo -1,94% -4,89%
Beta 0,82% 1,04%

Caratteristiche

Data de creazione (Fondo)
24/06/1982
Data de creazione (Part)
24/06/1982
Forma Giuridica
Fondo comune aperto
Indice di riferimento
BarCap Euro-Aggregate Corporates (EUR)
Valuta di riferimento (fondo)
EUR
Valuta (quota)
EUR
Investimento minimo
1 Quota
Codice ISIN
FR0010172767
Attivo netto (fondi)
89 M (EUR)
Organismo di tutela
AMF
Società di gestione
Edmond de Rothschild Asset Management (France)
Paese di domiciliazione
Francia
Spese di gestione massimo
1,000 %
Spese di gestione applicate
1,000 %
Modalità di sottoscrizione e di rimborso
Ogni giorno prima delle 12h30 sulla valore di liquidazione del giorno
Commissione di sottoscrizione
1,00 % max

Documentazione

Seleziona tutto

(1) L'indicatore sintetico di rischio e rendimento classifica i fondi su una scala da 1 a 7. Questo sistema di classificazione si basa sulle fluttuazioni medie del valore patrimoniale netto negli ultimi cinque anni, vale a dire l'ampiezza di variazione dell'insieme del portafoglio al rialzo e al ribasso. Se il valore patrimoniale netto è inferiore a cinque anni, il rating è determinato mediante altri metodi di calcolo regolamentari. I dati storici quali quelli utilizzati per il calcolo dell’indicatore sintetico potrebbero non fornire indicazioni attendibili in merito al futuro profilo di rischio. L'attuale categoria non costituisce né una garanzia né un obiettivo. La categoria 1 non significa che l'investimento è esente da rischi.