Mobile Logo

EdR Europe Midcaps Azioni europee

Azioni europee
Andamento del NAV (16/08/2017)
292,68 EUR
Camilla  NATHHORST ODEVALL–FR0010614594–
Camilla NATHHORST ODEVALL
Ariane HAYATE–FR0010614594–
Ariane HAYATE
L’identità dei gestori presentati in questo documento potrà variare nel corso della vita del prodotto.
Profilo di rischio e di rendimento (1)
1234567
Orizzonte d’investimento
> 5 anni
292,68 EUR
Andamento del NAV (16/08/2017)
6
1234567
Profilo di rischio e di rendimento
> 5 anni
Orizzonte d’investimento
Andamento del NAV (16/08/2017)
292,68 EUR
Profilo di rischio e di rendimento
1234567
Orizzonte d’investimento
> 5 anni
Camilla NATHHORST ODEVALL  
Ariane HAYATE  
L’identità dei gestori presentati in questo documento potrà variare nel corso della vita del prodotto.
Contattaci

Obiettivo d'investimento

La gestione dell'OICVM tende a procurare, su un orizzonte temporale raccomandato superiore a 5 anni, una progressione del valore di liquidazione, grazie all'investimento in società europee a media capitalizzazione.I criteri di selezione saranno definiti nella strategia di investimento.

+ -

Commenti 31/07/2017

Luglio è stato animato dalle pubblicazioni delle società e il 60% dei titoli in portafoglio ha pubblicato. Tra i positivi troviamo Kion con un margine sostenuto dalla sua attività Supply Chain Solution. Worldline ha aumentato gli obiettivi e annunciato due nuove acquisizioni. Inoltre, il settore dei mezzi di pagamento è in fibrillazione da inizio mese per gli annunci di M&A che ne comporteranno il consolidamento. Ricordiamo che siamo anche azionisti di Wirecard e Nets. Evolution Gaming ha un fatturato in aumento del 56% nel 2° trimestre che non ha avuto un grande effetto sul margine. La quotazione di VTG è molto salita dopo l'acquisizione di Nacco che ha aggiunto 14.000 carri in Europa. Showroomprivé è invece calata fortemente a causa dei margini deludenti. Vale lo stesso per Tarkett, il cui DG piuttosto apprezzato, Giannuzzi, ha dato le dimissioni e il gruppo dovrebbe subire più del previsto l'aumento delle materie prime. A livello macroeconomico, i vari PMI preliminari della zona euro di luglio indicano un calo dell'attività manifatturiera, dopo il picco del mese scorso (56,8 vs 57,4 a giugno), mentre il terziario resta stabile con un indice a 55,4. Secondo l'FMI, la ripresa economica della zona euro starebbe continuando, viste le sue revisioni al rialzo della crescita a +1,9% quest'anno (+0,2 punti) e +1,7% l'anno prossimo (+0,1 punti). La BCE resta comunque prudente e Mario Draghi ha ancora invitato alla pazienza. Bisognerà perciò aspettare l'autunno per vedere dei cambiamenti nelle condizioni del programma di acquisto di attivi. Il temporeggiamento sul Quantitative Easing sembra indicare che la BCE non vuole mettere fretta ai mercati e compromettere il dinamismo dell'economia della zona euro. Il tono più accomodante di Mario Draghi e la pubblicazione della relazione della BCE che conferma il ritorno della crescita in Europa e delle tendenze reflazioniste che hanno spinto fortemente al rialzo l'euro rispetto alle altre valute: USD/EUR +3,6% a 1,18, EUR/CHF +4,6% a 1,14 e EUR/GBP +2,2% a 0,895.

+ -

Andamento del NAV

Grafico (16/08/2017)
Avertissement
Stai per scaricare dati numerici storici di un portafoglio. Ti rammentiamo che i risultati realizzati in passato non sono indice di risultati futuri e non sono costanti nel tempo. Tali dati possono infatti risentire dell’andamento dei tassi di cambio.


Rendimento E-EUR Complessivo Anualizzato
Da 01/01/2017

11,52%

12,07%

11,52%

12,07%

1 anno

17,43%

17,64%

17,43%

17,64%

3 anni

45,34%

36,60%

13,24%

10,92%

5 anni

76,01%

84,89%

11,96%

13,07%

Dalla creazione

192,68%

208,74%

13,46%

14,18%

Da 01/01/2017 1 anno 3 anni 5 anni Dalla creazione
Complessivo

Quota (E-EUR)

Indice di riferimento

11,52%

12,07%

17,43%

17,64%

45,34%

36,60%

76,01%

84,89%

192,68%

208,74%

Anualizzato

Quota (E-EUR)

Indice di riferimento

17,43%

17,64%

13,24%

10,92%

11,96%

13,07%

13,46%

14,18%

*Rolling periods

Rendimento annuale



Statistiche

VolatilitéTracking ErrorCoefficiente di correlazioneInformation ratioIndice di Sharpe
Quota E-EURIndice di riferimentoQuota E-EURIndice di riferimentoQuota E-EURIndice di riferimentoQuota E-EURIndice di riferimentoQuota E-EURIndice di riferimento
1 anno*8,72%8,95%3,58%0,92%0,28%2,11%
3 anni*13,27%13,41%3,15%0,97%0,91%0,76%
Drawdown massimoAlfaBeta
Quota E-EURIndice di riferimentoQuota E-EURIndice di riferimentoQuota E-EURIndice di riferimento
1 anno*-5,53%0,05%0,89%
3 anni*-23,86%0,25%0,96%
Guadagno mensile massimo Dalla creazione19,47%
Perdita mensile massima Dalla creazione-18,20%
Quota E-EUR
Indice di riferimento
1 anno* 3 anni* 1 anno* 3 anni*
Volatilité 8,72% 13,27% 8,95% 13,41%
Tracking Error 3,58% 3,15%
Indice di Sharpe 2,11% 0,76%
Alfa 0,05% 0,25%
Coefficiente di correlazione 0,92% 0,97%
Information ratio 0,28% 0,91%
Perdita mensile massima -18,20%
Guadagno mensile massimo 19,47%
Drawdown massimo -5,53% -23,86%
Beta 0,89% 0,96%

Caratteristiche

Data de creazione (Fondo)
22/12/1994
Data de creazione (Part)
16/02/2009
Forma Giuridica
Fondo comune aperto
Indice di riferimento
Stoxx Europe Small 200 (NR)
Valuta di riferimento (fondo)
EUR
Valuta (quota)
EUR
Investimento minimo
1 Quota
Codice ISIN
FR0010614594
Attivo netto (fondi)
339 M (EUR)
Organismo di tutela
AMF
Società di gestione
Edmond de Rothschild Asset Management (France)
Paese di domiciliazione
Francia
Spese di gestione massimo
2,400 %
Spese di gestione applicate
2,400 %
Modalità di sottoscrizione e di rimborso
Ogni giorno prima delle 12h30 sulla valore di liquidazione del giorno
Commissione di sottoscrizione
3,00 % max
Commissione di performance
15,000 %

Documentazione

Seleziona tutto

(1) L'indicatore sintetico di rischio e rendimento classifica i fondi su una scala da 1 a 7. Questo sistema di classificazione si basa sulle fluttuazioni medie del valore patrimoniale netto negli ultimi cinque anni, vale a dire l'ampiezza di variazione dell'insieme del portafoglio al rialzo e al ribasso. Se il valore patrimoniale netto è inferiore a cinque anni, il rating è determinato mediante altri metodi di calcolo regolamentari. I dati storici quali quelli utilizzati per il calcolo dell’indicatore sintetico potrebbero non fornire indicazioni attendibili in merito al futuro profilo di rischio. L'attuale categoria non costituisce né una garanzia né un obiettivo. La categoria 1 non significa che l'investimento è esente da rischi.